L'Enciclopedia del Calcio Mondiale

Abcasia

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

 

ABCASIA

 

L’Abcasia è situata sulla costa orientale del Mar Nero fra la Georgia e la Federazione Russa ed è riconosciuta come Stato indipendente solo da pochi paesi (Nauru, Nicaragua, Russia, Siria, Venezuela); il resto della comunità internazionale, infatti, considera tutt’oggi l’Abcasia una parte integrante della Georgia (Repubblica Autonoma di Abcasia).

Al momento della dissoluzione dell’Urss, nel 1992, le tensioni etniche fra georgiani ed abcasi portarono allo scoppio di un conflitto, che si concluse l’anno seguente con la perdita del controllo della Georgia su quel territorio e con l’espulsione dei cittadini georgiani dall’Abcasia. L’accordo di pace del 1994 non risolse il problema e le tensioni esplosero nuovamente nell’agosto 2008, quando l’Abcasia fu riconosciuta come Stato indipendente dalla Russia.

 

 

IL CALCIO IN ABCASIA.

Il calcio è da sempre lo sport più popolare in Abcasia. Ai tempi dell’Unione Sovietica il club più importante era la Dinamo Sukhumi, che in genere militava nelle categorie inferiori del calcio sovietico.

Nel tempo, l’Abcasia ha prodotto molti talenti del calcio. I migliori calciatori abcasi militavano prevalentemente al di fuori di quel territorio, nella Dinamo Tbilisi (Georgia) e in altre squadre dell’Unione Sovietica. Fra i più popolari si ricordano: Vitaly Daraselia, leggendario centrocampista della Dinamo Tbilisi e della Nazionale sovietica a cavallo degli anni Settanta e Ottanta; Nikita (Mkrtych) Simonian, attaccante della Dinamo Sukhumi; Avtandil Gogoberidze, prolifico attaccante della Pischevik Sukhumi e della Dinamo Sukhumi negli anni Quaranta, trasferitosi alla Dinamo Tbilisi nel 1945, titolare della Nazionale sovietica; Niyazbey Dzyapshipa, forte difensore della Dinamo Sukhumi e della Dinamo Tbilisi negli anni Quaranta e Cinquanta; Giorgi Gavasheli, centrocampista offensivo della Dinamo e della Lokomotiv di Tbilisi negli anni Sessanta; Temuri Ketsbaia, centrocampista cresciuto nella Dinamo Sukhumi e nella Dinamo Tbilisi a metà degli anni Ottanta, emigrato poi in Grecia, Inghilterra, Scozia e Cipro; il difensore Akhrik Tsveiba, la cui carriera iniziò nella Dinamo Sukhumi negli anni Ottanta e proseguì nella Dinamo Tbilisi e in molti altri club ucraini, asiatici e russi.

 

 

LA DISSOLUZIONE DELL’URSS.

La Dinamo Sukhumi è stata l’unica squadra georgiana di un certo rilievo a rimanere all’interno del sistema calcistico dell’Urss, dopo la proclamazione dell’indipendenza da parte della Georgia (9 aprile 1991). Nel periodo sovietico il club conseguì il suo miglior risultato proprio nella stagione 1991, terminando al 10° posto nella Pervaja Liga (seconda divisione)dell’Urss.

Le altre squadre georgiane andarono a costituire il campionato della neonata Repubblica di Georgia, mentre gli abcasi si rifiutarono di unirsi a loro.

Molti giocatori della Dinamo Sukhumi del 1991, fra cui Sergei Ovchinnikov e i fratelli Adzhindzhal, proseguirono proficuamente la loro carriera in altri club russi. Analoga sorte ebbe il loro allenatore Oleg Dolmatov.

 

 

CAMPIONATO E COPPA NAZIONALE.

Nel 1994, all’indomani della proclamazione unilaterale dell’indipendenza dell’Abcasia, prese il via il campionato, una sorta di competizione amatoriale che vide ai nastri di partenza nove squadre: Dinamo Sukhum, Nart Sukhum, FK Gagra, Kiaraz Pitsunda, Samurzakan Gali, Afon New Athos, Yertsakhu Ochamchira, Kudry Gulripsh, Abazg-AGU Sukhum. Quel torneo non venne riconosciuto da alcun organismo calcistico internazionale, ma diede il via ad una distinta attività calcistica in Abcasia. Il titolo fu vinto dalla Dinamo Sukhum, davanti dalla Yertsakhu Ochamchira.

Nel 1994 prese il via anche la coppa nazionale, che vide il successo dello Yertsakhu Ochamchira che sconfisse in finale la Dinamo Sukhum per 2-1.

Fin da subito, il campionato dell’Abcasia fu di fatto autonomo, malgrado a livello politico il paese fosse ancora formalmente parte della Georgia.

L’edizione 1995 vide il successo del Ritsa Gudauta, seguito in classifica dal Psyrtsha Afon e dal Yertsakhu Ochamchira. Lo Yertsakhu si aggiudicò anche i campionati 1996 e 1998, mentre il 1997 vide il successo del Kiaraz Pitsunda.

La sesta edizione del campionato abcaso fu appannaggio, per la prima volta, del Nart Sukhum, il club ad oggi più famoso e titolato del paese.

Le edizioni 1999/00, 2000/01 e 2001/02, vinte rispettivamente da Nart Sukhum, Abazg Sukhum e Ritsa Sudauta, furono giocate nel periodo autunno/primavera, ma dal 2003 si tornò al sistema primavera/autunno.

Il 25 febbraio 2004, il vicepresidente del Nart Sukhum, Gennadi Tsvinaria, fu nominato Presidente della federazione dell’Abcasia (“Federacija Futbola Abkhazii”, FFA), in sostituzione del presidente reggente Valeri Arshba. Nel contempo, il presidente dell’Assemblea cittadina di Sukhumi, Roman Gvinjia, venne eletto Vice Presidente federale. Quella circostanza viene considerata l’atto di nascita del movimento calcistico dell’Abcasia indipendente. Quell’anno il campionato fu vinto per la seconda volta dal Kiaraz Pitsunda.

L’anno seguente, il Nart conquistava per la quarta volta il titolo nazionale, davanti al Kiaraz Ritsunda. Nel 2006, mentre il Gagra vinceva il suo primo campionato, una sorta di selezione nazionale dell’Abcasia partecipò alla Lega amatoriale del Distretto Federale Meridionale, in pratica il quarto livello del campionato russo.

Nel 2007, il Nart si aggiudicò il quinto titolo, mentre Leonid Dzapshba - Vice Ministro delle Finanze e futuro Ministro dell’Interno dell’Abcasia - divenne Presidente della FFA.

Fino all’edizione 2010, il campionato dell’Abcasia vide la partecipazione di 8-9 squadre, che diminuirono a 7 nell’edizione 2011, vinta ancora una volta dal Nart Sukhum.

Nel marzo 2012, Jemal Gubaz, ex giocatore della Dinamo Sukhum, prese il posto di Dzapshba alla guida della federazione.

Il campionato 2015 vide, per la prima volta, la partecipazione di ben 10 club: FK Afon, Nart Sukhum, Ritsa Gudauta, FK Gagra, Abazg Sukhum, Samurzakan Gal, Yertsakhu Ochamchira, Dinamo Sukhum, Spartak Gulripsh, Shakhtyor Tkuarchal.

Il 25 settembre 2016, il Consiglio della FFA indisse le nuove elezioni che si tennero il 15 ottobre, con la vittoria di Ruslan Ajinjal. Lo stesso si dimise il 24 gennaio 2017 per far posto a Juma Kvaratskhelia, allenatore della Nazionale dell’Abcasia, eletto a sua volta all’unanimità come suo successore.

Con l’edizione 2018, la Abkhazian Premier League (prima divisione) tornava a sette squadre, a causa del ritiro di tre compagini. Il campionato 2018/19 vede in lizza solo sei club: Nart Sukhum,  FK Gagra,  FK Afon,  Ritsa Gudauta, Samurzakan Gal, Dinamo Sukhum. Non esistono retrocessioni né promozioni fra la prima e la seconda divisione.

Attualmente, come avviene anche per altri sport, la maggior parte degli atleti abcasi possiede la cittadinanza russa e, pertanto, buona parte di loro partecipano alle competizioni internazionali sotto la bandiera russa.

Delle 25 edizioni del campionato ad oggi disputate, ben 11 sono state vinte dal Nart Sukhum, seguito da Afon e Gagra con tre titoli ciascuno, Kiaraz Pitsunda, Ritsa Gudauta e Yertsakhu Ochamchira con due, Abazg Sukhum e Dinamo Sukhum con una vittoria ciascuno.

Anche la Kubok Abkhazii (Coppa dell’Abcasia) ha un quarto di secolo di vita e ha visto primeggiare il Nart in dieci occasioni su 17 finali disputate, seguito da Gagra (5 su 11), Yertsakhu Ochamchira (2 su 4), Dinamo Sukhum (2 su 3), Abazg Sukhum (2 successi in altrettante finali), Kiaraz Pitsunda (una su 5), Ritsa Gudauta (1 su 3), Bzyp Bzypta e Dinamo Gagra (una vittoria ciascuna nell’unica finale disputata).

A Tbilisi ha sede il club denominato FC Dinamo Sokhumi, costituito principalmente da sfollati georgiani provenienti da Sukhumi. Questa squadra partecipa in genere alla Umaglesi Liga, la massima divisione del calcio georgiano.

 

 

LA NAZIONALE.

Dal 2012 l’Abcasia possiede una propria Nazionale di calcio che, nel 2013 entrò a fa parte della “Confederation of Independent Football Associations” (ConIFA); la ConIFA è la confederazione che raggruppa le federazioni calcistiche non riconosciute dalla Fifa.

La squadra, che adotta una maglia nera e verde a strisce verticali, pantaloncini e calzettoni verdi, è composta da giocatori professionisti che militano prevalentemente in Russia e in Turchia. Molti hanno fatto parte di altre Nazionali, come Feras Esmaeel che ha totalizzato ben 81 presenze con la maglia della Siria fino al 2016 prima di scegliere i colori dell’Abcasia.

L’Abcasia esordì il 25 settembre 2012 al Respublikanskiy Stadion di Sukhumi, pareggiando per 1-1 contro la rappresentativa della Repubblica dell’Artsakh, ovvero il Nagorno-Karabakh, enclave armena in territorio azero non riconosciuta a livello internazionale.

In quella occasione, la prima storica formazione dell’Abcasia, con le relative sostituzioni, era così composta: Aleksei Bondarenko, Murat Lakoia, Beslan Gublia, Astamur Tarba, Ruchis Ardzinba (Astamur Tsizhba), Tarash Khagba (Anrik Tania), Ruslan Trapizonyan (Dato Lordkipanidze), Ahmet Akirba, Astamur Logua, Anri Khagba, Bagrat Khagba (Yuri Chekirov). Gli Abcasi andarono in vantaggio per primi al 75’ con Beslan Gublia, ma si fecero raggiungere dopo cinque minuti dagli avversari.

Nel 2014 l’Abcasia ha partecipato alla Coppa del Mondo ConIFA, che si svolse in Lapponia, a Östersund (SWE). Nel primo turno la squadra vinse il girone davanti a Occitania e Lapponia. La squadra fu eliminata nei quarti di finale dall’Ossezia del Sud ai rigori.

Nella primavera del 2016, l’Abcasia prese parte alla seconda edizione di quella Coppa, ospitata proprio dall’Abcasia. In quella occasione, la squadra si aggiudicò il titolo sconfiggendo in finale la selezione del Punjab ai rigori (6-5), dopo aver terminato l’incontro in parità (1-1).

Il match si svolse il 5 giugno 2016 al Dinamo Stadion di Sukhumi, alla presenza di 4.300 spettatori. Il primo tempo della finale fu molto combattuto, con occasioni da ambo le parti, non concretizzate sia per l’imprecisione degli attaccanti che per la bravura dei due portieri. Al 12’ della ripresa il Punjab passò in vantaggio con una rete di Amar Purewal.fu quello l’unico gol subito dall’Abcasia nell’intera competizione. La Nazionale abcasa prese ad attaccare per ciò che restava del secondo tempo, ma il reparto difensivo del Punjab appariva molto attento e compatto. Al 78’ gli indiani sfiorarono persino il raddoppio con Purewal che, solo davanti al portiere abcaso, mandava il pallone a lato della porta. Seguirono alcuni salvataggi di Gill, il portiere del Punjab. Quando ormai l’incontro sembrava volgere inesorabile al tyermine, a due minuti dal fischio finale, il ventitreenne attaccante Ruslan Shoniya ristabilì la parità deviando in rete da pochi metri un cross proveniente dalla destra.

Non essendo previsti i tempi supplementari, le squadre si affidarono alla lotteria dei calci di rigore. La sequenza dei tiri dal dischetto fu la seguente:

Anri Khagba (A) gol, Amar Purewal (P) gol, Anri Khagush (A) parato, Radjpal Virk (P) gol, Dmitriy Akhba (A) fuori, Terlochan Singh (P) gol, Tarash Khagb (A) gol, Karum Shanker (P) fuori, Ruslan Shoniya (A) gol, Jhai Dhillon (P) parato, Alan Khugaev (A) gol, Aran Basi (P) gol, Shabat Logua (A) gol, Amarvir Sandhu (P) gol, Vladimir Argun (A) gol, Aaron Minhas (P) parato.

Quell’ultima parata del portiere abcaso fu seguita da una pacifica invasione di campo da parte dei sostenitori di casa. Seguirono grandi festeggiamenti in tutta l’Abcasia, che si protrassero per giorni e giorni.

Nell’edizione 2018 della Coppa del Mondo ConIFA, tenutasi in Inghilterra, l’Abcasia non è riuscita a superare il primo turno; la squadra è giunta terza nel girone, alle spalle di Kárpátalja e di Cipro del Nord e davanti al Tibet (una vittoria, un pareggio e una sconfitta). La squadre ha vinto il torneo di consolazione, classificandosi complessivamente al nono posto.

 

RIEPILOGO INCONTRI NAZIONALE DELL’ABCASIA

DATA

CITTÀ

STADIO

TORNEO

AVVERSARIO

RIS.

25/09/2012

Sukhumi (ABK)

Republican Stadium

Amichevole

Artsakh

1-1

21/10/2012

Stepanakert (NGK)

Hanrapetakan Marzadasht

Amichevole

Artsakh

0-3

23/09/2013

Sukhumi (ABK)

Respublikanskiy Stadion

Amichevole

Ossezia del Sud

3-0

01/06/2014

Östersund (SWE)

Jämtkraft Arena

ConIFA World Cup

Occitania

1-1

02/06/2014

Östersund (SWE)

Jämtkraft Arena

ConIFA World Cup

Lapponia

2-1

04/06/2014

Östersund (SWE)

Jämtkraft Arena

ConIFA World Cup

Ossezia del Sud

0-0 (0-2 r)

05/06/2014

Östersund (SWE)

Jämtkraft Arena

ConIFA World Cup

Padania

3-3 (2-4 r)

07/06/2014

Östersund (SWE)

Jämtkraft Arena

ConIFA World Cup

Occitania

0-1

19/03/2015

Sukhumi (ABK)

Respublikanskiy Stadion

Amichevole

Rep. di Luhansk

1-0

14/05/2015

Sukhumi (ABK)

Respublikanskiy Stadion

Amichevole

Rep. del Donetsk

1-0

19/05/2016

Sukhumi (ABK)

Dinamo Stadion

Amichevole

Rep. del Donetsk

0-0

29/05/2016

Sukhumi (ABK)

Dinamo Stadion

ConIFA World Cup

Isole Chagos

9-0

31/05/2016

Sukhumi (ABK)

Dinamo Stadion

ConIFA World Cup

Armenia Occidentale

1-0

01/06/2016

Sukhumi (ABK)

Dinamo Stadion

ConIFA World Cup

Lapponia

2-0

04/06/2016

Sukhumi (ABK)

Dinamo Stadion

ConIFA World Cup

Cipro del Nord

2-0

05/06/2016

Sukhumi (ABK)

Dinamo Stadion

ConIFA World Cup

Panjab

1-1 (6-5 r)

28/05/2017

Sukhumi (ABK)

Dinamo Stadion

Amichevole

Rep. del Donetsk

1-2

31/05/2018

Enfield (ENG)

Queen Elizabeth II Stadium

ConIFA World Cup

Tibet

3-0

02/06/2018

Enfield (ENG)

Queen Elizabeth II Stadium

ConIFA World Cup

Kárpátalja

0-2

03/06/2018

Enfield (ENG)

Queen Elizabeth II Stadium

ConIFA World Cup

Cipro del Nord

2-2

05/06/2018

Aveley (ENG)

Parkside

ConIFA World Cup

Tamil Eelam

6-0

07/06/2018

Bromley (ENG)

Hayes Lane

ConIFA World Cup

United Koreans in Japan

2-0

09/06/2018

Aveley (ENG)

Parkside

ConIFA World Cup

Kabylia

2-0

LEGENDA

ABK = Abcasia

NGK = Nagorno-Karabakh

 

 

GLI STADI.

Gli stadi principali dell’Abcasia sono il Dinamo Stadion di Sokhumi (4.300 posti), inaugurato nel 2015, e il Daur Akhvlediani Stadion di Gagra (1.500 posti. Entrambi gli impianti hanno ospitato la fase finale della ConIFA Cup nel 2016.

 

NOME

SEDE

CAPACITÀ

Dinamo Stadion

Sokhumi

4.300

Daur Akhvlediani Stadion

Gagra

1.500

 

 

 

 

 

Privacy Policy